Il volume comprende tutte le poesie romene di Benjamin Fondane Fundoianu composte tra il 1917 e il 1923 tradotte per la prima volta in lingua italiana. La particolarità dei componimenti di Fundoianu si basa sul fatto che essi si allontanano programmaticamente dalla tradizione del genere paesaggistico romeno di impronta bucolica di Alecsandri, Coşbuc e Pillat o dello stesso Eminescu. Il poeta si fa carico di liberare l’orizzonte del paesaggio natio a partire dal quale ciò che è stato distrutto dal disastro della guerra possa infine apparire nella sua originale e primigenia grandezza.

Vedute. Poesie 1917-1923

CARANNANTE, IRMA MARIA GRAZIA
2014

Abstract

Il volume comprende tutte le poesie romene di Benjamin Fondane Fundoianu composte tra il 1917 e il 1923 tradotte per la prima volta in lingua italiana. La particolarità dei componimenti di Fundoianu si basa sul fatto che essi si allontanano programmaticamente dalla tradizione del genere paesaggistico romeno di impronta bucolica di Alecsandri, Coşbuc e Pillat o dello stesso Eminescu. Il poeta si fa carico di liberare l’orizzonte del paesaggio natio a partire dal quale ciò che è stato distrutto dal disastro della guerra possa infine apparire nella sua originale e primigenia grandezza.
978-88-7536-345-1
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Vedute Fondane.pdf

accesso solo dalla rete interna

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: PUBBLICO - Pubblico con Copyright
Dimensione 451.17 kB
Formato Adobe PDF
451.17 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11574/161819
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact