Recensione al volume Lettere al culmine della disperazione di Giovanni Rotiroti, traduzione di Marisa Salzillo. Le 22 missive sono state scritte da Emil Cioran tra il 1930 e il 1934 e presentano una singolare parentela «tra la vita e la morte». In altre parole, Cioran pone sia la vita che la morte sullo stesso piano del pensiero, ed è molto difficile precisarne i confini. La passione, l’aggressività e la tenerezza, che caratterizzano queste missive, appartengono a un giovane Cioran che vive la sua seconda adolescenza in una Romania che sembra non potergli offrire molte speranze per l’avvenire.

Per quanto combatta al culmine della disperazione, non vorrei né potrei rinunciare all'amore

CARANNANTE, IRMA MARIA GRAZIA
2013

Abstract

Recensione al volume Lettere al culmine della disperazione di Giovanni Rotiroti, traduzione di Marisa Salzillo. Le 22 missive sono state scritte da Emil Cioran tra il 1930 e il 1934 e presentano una singolare parentela «tra la vita e la morte». In altre parole, Cioran pone sia la vita che la morte sullo stesso piano del pensiero, ed è molto difficile precisarne i confini. La passione, l’aggressività e la tenerezza, che caratterizzano queste missive, appartengono a un giovane Cioran che vive la sua seconda adolescenza in una Romania che sembra non potergli offrire molte speranze per l’avvenire.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Recensione Cioran Lettere disperazione.pdf

accesso aperto

Descrizione: Recensione
Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: PUBBLICO - Pubblico senza Copyright
Dimensione 462.57 kB
Formato Adobe PDF
462.57 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11574/161826
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact