Il percorso biografico di un artista/sacerdote/finanziere, contestualizzato nella capitale del Regno siciliano del XVII secolo, offre preziosi indizi per ricostruire le logiche e le istituzioni giuridiche con le quali venivano costruiti i rapporti di credito/debito in una società d'ancien régime. Le strategie di investimento/assistenza messe in atto da don Camillo Barbavara per l'uso di ricchezze accumulate nel mondo dell'arte finiscono per legarsi agli interessi familiari e patrimoniali di un pezzo dell'élite cittadina che prende forma all'interno di una delle più importanti confraternite palermitane. Fanno da sfondo i decenni a cavallo della rivoluzione del 1647.

Credito e morte a Palermo nel Seicento

ROSOLINO, RICCARDO
2017

Abstract

Il percorso biografico di un artista/sacerdote/finanziere, contestualizzato nella capitale del Regno siciliano del XVII secolo, offre preziosi indizi per ricostruire le logiche e le istituzioni giuridiche con le quali venivano costruiti i rapporti di credito/debito in una società d'ancien régime. Le strategie di investimento/assistenza messe in atto da don Camillo Barbavara per l'uso di ricchezze accumulate nel mondo dell'arte finiscono per legarsi agli interessi familiari e patrimoniali di un pezzo dell'élite cittadina che prende forma all'interno di una delle più importanti confraternite palermitane. Fanno da sfondo i decenni a cavallo della rivoluzione del 1647.
978-88-7088-649-8
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Rosolino, Credito e Morte.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: PUBBLICO - Pubblico con Copyright
Dimensione 2.32 MB
Formato Adobe PDF
2.32 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11574/174573
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact