Perché la teoria non è un simulacro della filosofia