Il tema della responsabilità sociale d’impresa è stato uno dei filoni di ricerca del professore Sergio Sciarelli che, all’interno del dibattito italiano ed internazionale, ha svolto un ruolo centrale per la comprensione e la diffusione di questa tematica, nel mondo accademico ed imprenditoriale. Il pensiero dell’Autore si sviluppa attorno a due contributi principali che, prima nel 1999 e poi nel 2007, hanno concorso nel distinguere l’impegno sociale dell’impresa, articolandolo in un modello tridimensionale costituito da principi, di solidarietà e fiduciarietà (corporate social responsibility), processi (corporate social responsiveness) e politiche (issues management). Il tema della sostenibilità ha raggiunto in questi ultimi anni un livello d’interesse altissimo, alimentato da un ricco dibattito teorico, multidisciplinare, nonché sostenuto dall’azione di una molteplicità di istituzioni internazionali che promuovono innumerevoli iniziative in questa direzione. Pertanto, si crede, che il comportamento responsabile di un’impresa non può più essere inteso come un elemento addizionale delle strategie competitive, né tanto meno si può ascrivere tale comportamento alle sole imprese. Creare processi aziendali sostenibili richiede, attualmente, elementi di progettualità e di applicazione che meritano di essere dettagliati alla luce anche di una serie di variabili, quali fattori di contesto e specificità settoriali. Ed allo stesso tempo, affrontare la questione della sostenibilità a livello di impresa singola appare riduttivo. In questo lavoro si è scelta l’unità di indagine dei distretti industriali che appaiono rilevanti, per approfondire la tematica della sostenibilità, per due ordini di motivi: la crescente disaggregazione dei processi produttivi; la natura imprenditoriale del tessuto economico-produttivo italiano, e non solo, caratterizzato quasi esclusivamente da attori di piccole e media dimensione. In particolare il presente lavoro, dopo aver affrontato le questioni legate alla definizione della strategia di sostenibilità, analizza il ruolo del social capital quale risorsa essenziale per progettare e dare attuazione a strategie di sostenibilità nelle piccole imprese e si conclude con la proposta di strumenti per gestire l’engagement e per il governo della sostenibilità nei distretti industriali.

Strategie sostenibili nei distretti industriali:opportunità per piccole imprese e sistemi locali

Alessandra De Chiara
2018-01-01

Abstract

Il tema della responsabilità sociale d’impresa è stato uno dei filoni di ricerca del professore Sergio Sciarelli che, all’interno del dibattito italiano ed internazionale, ha svolto un ruolo centrale per la comprensione e la diffusione di questa tematica, nel mondo accademico ed imprenditoriale. Il pensiero dell’Autore si sviluppa attorno a due contributi principali che, prima nel 1999 e poi nel 2007, hanno concorso nel distinguere l’impegno sociale dell’impresa, articolandolo in un modello tridimensionale costituito da principi, di solidarietà e fiduciarietà (corporate social responsibility), processi (corporate social responsiveness) e politiche (issues management). Il tema della sostenibilità ha raggiunto in questi ultimi anni un livello d’interesse altissimo, alimentato da un ricco dibattito teorico, multidisciplinare, nonché sostenuto dall’azione di una molteplicità di istituzioni internazionali che promuovono innumerevoli iniziative in questa direzione. Pertanto, si crede, che il comportamento responsabile di un’impresa non può più essere inteso come un elemento addizionale delle strategie competitive, né tanto meno si può ascrivere tale comportamento alle sole imprese. Creare processi aziendali sostenibili richiede, attualmente, elementi di progettualità e di applicazione che meritano di essere dettagliati alla luce anche di una serie di variabili, quali fattori di contesto e specificità settoriali. Ed allo stesso tempo, affrontare la questione della sostenibilità a livello di impresa singola appare riduttivo. In questo lavoro si è scelta l’unità di indagine dei distretti industriali che appaiono rilevanti, per approfondire la tematica della sostenibilità, per due ordini di motivi: la crescente disaggregazione dei processi produttivi; la natura imprenditoriale del tessuto economico-produttivo italiano, e non solo, caratterizzato quasi esclusivamente da attori di piccole e media dimensione. In particolare il presente lavoro, dopo aver affrontato le questioni legate alla definizione della strategia di sostenibilità, analizza il ruolo del social capital quale risorsa essenziale per progettare e dare attuazione a strategie di sostenibilità nelle piccole imprese e si conclude con la proposta di strumenti per gestire l’engagement e per il governo della sostenibilità nei distretti industriali.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11574/184218
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact