Il testo analizza due opere teatrali degli scrittori Feridun Zaimoğlu e Günter Senkel. La scrittura dei due autori si caratterizza per una creatività linguistica e uno stretto nesso con l’oralità in quanto le opere in questione sono nate a partire da interviste quindi gli autori rielaborano un materiale orale per fare scrittura di scena. Inoltre Feridun Zaimoğlu è noto per aver dato spazio ad una sonorità quella della lingua dei cosidetti “kanki” e che è diventata una sonorità in cui si riconoscono molti soggetti contemporanei. In queste opere ascoltiamo non solo storie che normalmente non avrebbero accesso sulla scene come quelle di migranti illegali e di “neomusulmane” ma anche sonorità che a poco a poco conquistano gli spazi “borghesi”.

(r)esistenze sonore. La traduzione dell'invisibile in "Schwarze Jungfrauen " e "Schattenstimmen" di Feridun Zaimoğlou e Günter Senkel

Daniela Allocca
2015

Abstract

Il testo analizza due opere teatrali degli scrittori Feridun Zaimoğlu e Günter Senkel. La scrittura dei due autori si caratterizza per una creatività linguistica e uno stretto nesso con l’oralità in quanto le opere in questione sono nate a partire da interviste quindi gli autori rielaborano un materiale orale per fare scrittura di scena. Inoltre Feridun Zaimoğlu è noto per aver dato spazio ad una sonorità quella della lingua dei cosidetti “kanki” e che è diventata una sonorità in cui si riconoscono molti soggetti contemporanei. In queste opere ascoltiamo non solo storie che normalmente non avrebbero accesso sulla scene come quelle di migranti illegali e di “neomusulmane” ma anche sonorità che a poco a poco conquistano gli spazi “borghesi”.
978-88-6719-103-1
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
(r)esistenze sonore.pdf

accesso aperto

Descrizione: PDF
Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: PUBBLICO - Pubblico con Copyright
Dimensione 559.05 kB
Formato Adobe PDF
559.05 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11574/184301
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact