Anomia, anormalità e patologia: alcune note sulla relazione tra filosofia, scienze umane e psichiatria