Fra il 1821 e il 1823, la fine delle rivoluzioni in Spagna, Piemonte e nel Sud dell’Italia generò una diaspora che produsse effetti duraturi nella storia dei liberalismi europei. Il trienio liberal aveva generato relazioni privilegiate fra i movimenti rivoluzionari italiano e spagnolo, con contaminazioni reciproche che riguardarono il pensiero costituzionale, la propaganda, l’associazionismo segreto e la strategia di lotta contro le truppe assolutiste. Negli anni trenta, le precedenti connessioni si raffreddarono e negli stati preunitari italiani le correnti di opinione che avevano partecipato al mito della Costituzione di Cadice appoggiarono, dapprima, la Carta francese del 1814 e, poi, la francese e la belga emanate fra il 1830 e il 1831. Allo scopo di analizzare le ragioni che ridimensionarono le influenze reciproche, questo saggio indaga l’esilio degli intellettuali italiani e spagnoli che fra il 1823 e il 1833 vissero a Londra. La dimensione “relazionale” che la recente storiografia ha attribuito all’esilio permette di valorizzare le relazioni fra Londra e ciascuna delle due comunità di rifugiati. Si cercherà di dimostrare che tale contatto incise profondamente sull’identità dei due gruppi contribuendo a delineare - e in parte a dissipare- i tratti specifici di quella alleanza mediterranea dalla quale ci si sarebbe potuti aspettare un maggior consolidamento alla fine del trienio.

Londres, capital del exilio mediterráneo. Un estudio comparado entre la comunidad española y la italiana (1823-1833)

Viviana Mellone
2014

Abstract

Fra il 1821 e il 1823, la fine delle rivoluzioni in Spagna, Piemonte e nel Sud dell’Italia generò una diaspora che produsse effetti duraturi nella storia dei liberalismi europei. Il trienio liberal aveva generato relazioni privilegiate fra i movimenti rivoluzionari italiano e spagnolo, con contaminazioni reciproche che riguardarono il pensiero costituzionale, la propaganda, l’associazionismo segreto e la strategia di lotta contro le truppe assolutiste. Negli anni trenta, le precedenti connessioni si raffreddarono e negli stati preunitari italiani le correnti di opinione che avevano partecipato al mito della Costituzione di Cadice appoggiarono, dapprima, la Carta francese del 1814 e, poi, la francese e la belga emanate fra il 1830 e il 1831. Allo scopo di analizzare le ragioni che ridimensionarono le influenze reciproche, questo saggio indaga l’esilio degli intellettuali italiani e spagnoli che fra il 1823 e il 1833 vissero a Londra. La dimensione “relazionale” che la recente storiografia ha attribuito all’esilio permette di valorizzare le relazioni fra Londra e ciascuna delle due comunità di rifugiati. Si cercherà di dimostrare che tale contatto incise profondamente sull’identità dei due gruppi contribuendo a delineare - e in parte a dissipare- i tratti specifici di quella alleanza mediterranea dalla quale ci si sarebbe potuti aspettare un maggior consolidamento alla fine del trienio.
9789562891233
Entre 1821 y 1823, el final de las revoluciones en España,1 en Piamonte2 y en el sur de Italia,3 generó una diáspora que produjo duraderos efectos en la historia de los liberalismos europeos. El Trienio liberal generó relaciones privilegiadas entre los movimientos revolucionarios italiano y español, con contaminaciones recíprocas en relación con el pensamiento constitucional, la propaganda, el asociacionismo secreto e incluso la estrategia de lucha contra las tropas absolutistas .En los años treinta las precedentes conexiones se enfriaron y en los estados preunitarios italianos las corrientes de opinión que habían participado en el mito de la Constitución de Cádiz acabaron por apoyar primero la Carta francesa de 1814 y después la francesa y la belga emanadas entre 1830 y 1831.20 Con la intención de analizar las razones que redimensionaron las influen- cias recíprocas, este ensayo tratará el exilio de los intelectuales españoles e italianos que entre 1823 y 1833 vivieron en Londres. La dimensión “relacional” que la reciente historiografía ha atribuido al exilio permite, en este punto, alimentar las relaciones entre Londres y cada una de las dos comunidades de refugiados. Se intentará demostrar que tales contactos inci- dieron profundamente en la identidad del grupo de italianos y españoles en vías de definición y que contribuyeron a delinear –y en parte a disipar– los tratos específicos de aquella asociación mediterránea de la que podría haberse esperado una mayor consolidación al final del Trienio.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
capitolo di libro FCE Mellone.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 384.93 kB
Formato Adobe PDF
384.93 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11574/192410
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact