The article investigates the political network of the democratic, Southern Italian patriot Casimiro De Lieto, starting with from his early epistolary exchanges – in 1833- to the conspirancies for the liberation of Mezzogiorno in 1854-56. By analisyng the leadership of De Lieto, the circulation of ideas, programmes and images between him and his correspondents and changes in his network, the article aims at offering a contribution to the study of the XIX revolutions in Southern Italy. This research is utilizing two approaches: the subjective motivation for political choice; the interpersonal exchanges and territorial groups contributing to revolution. The investigation draws upon De Lieto’s personal fond in the Central Museum of Risorgimento (Rome).

L’articolo esplora la rete di relazioni politiche che si sviluppò intorno al democratico meridionale Casimiro De Lieto, dai primi scambi epistolari - nel 1833 - sino alle cospirazioni per la liberazione del Mezzogiorno del 1854-56. Attraverso l’analisi della leadership di De Lieto, la circolazione di idee, programmi e immagini fra questi e i corrispondenti e le trasformazioni della rete, l’articolo intende contribuire allo studio delle rivoluzioni del XIX secolo nel Mezzogiorno d’Italia da un duplice punto di vista: le motivazioni soggettive alla base delle scelte politiche; il contributo delle relazioni interindividuali e dei gruppi territoriali alle rivoluzioni. La ricerca attinge al fondo del patriota custodito presso il Museo Centrale del Risorgimento (Roma).

Rete epistolare e reti politiche. Il network di Casimiro De Lieto fra Mezzogiorno e Repubblica romana

Viviana Mellone
2020

Abstract

L’articolo esplora la rete di relazioni politiche che si sviluppò intorno al democratico meridionale Casimiro De Lieto, dai primi scambi epistolari - nel 1833 - sino alle cospirazioni per la liberazione del Mezzogiorno del 1854-56. Attraverso l’analisi della leadership di De Lieto, la circolazione di idee, programmi e immagini fra questi e i corrispondenti e le trasformazioni della rete, l’articolo intende contribuire allo studio delle rivoluzioni del XIX secolo nel Mezzogiorno d’Italia da un duplice punto di vista: le motivazioni soggettive alla base delle scelte politiche; il contributo delle relazioni interindividuali e dei gruppi territoriali alle rivoluzioni. La ricerca attinge al fondo del patriota custodito presso il Museo Centrale del Risorgimento (Roma).
The article investigates the political network of the democratic, Southern Italian patriot Casimiro De Lieto, starting with from his early epistolary exchanges – in 1833- to the conspirancies for the liberation of Mezzogiorno in 1854-56. By analisyng the leadership of De Lieto, the circulation of ideas, programmes and images between him and his correspondents and changes in his network, the article aims at offering a contribution to the study of the XIX revolutions in Southern Italy. This research is utilizing two approaches: the subjective motivation for political choice; the interpersonal exchanges and territorial groups contributing to revolution. The investigation draws upon De Lieto’s personal fond in the Central Museum of Risorgimento (Rome).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Mellone ASPN.pdf

non disponibili

Descrizione: Articolo completo Archivio Storico per le province napoletane
Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: PUBBLICO - Pubblico con Copyright
Dimensione 235.19 kB
Formato Adobe PDF
235.19 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11574/192516
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact