Questo articolo intende analizzare la presenza del sentimento nostalgico nella scrittura del noto drammaturgo dell’assurdo, Eugène Ionesco. A partire dai suoi testi autobiografici, il presente lavoro vuole mettere in luce e recuperare sia gli eventi imprevedibili della storia che hanno segnato la sua carriera di scrittore, che la sua personale rielaborazione di questa stessa storia, grazie all’instancabile attività letteraria del drammaturgo. Di qui l’analisi di alcuni brani dei suoi libri in cui è possibile cogliere la sua grande passione per i luoghi in cui ha vissuto.

Il sentimento nostalgico di Eugène Ionesco tra Parigi e Bucarest

Irma Carannante
2017

Abstract

Questo articolo intende analizzare la presenza del sentimento nostalgico nella scrittura del noto drammaturgo dell’assurdo, Eugène Ionesco. A partire dai suoi testi autobiografici, il presente lavoro vuole mettere in luce e recuperare sia gli eventi imprevedibili della storia che hanno segnato la sua carriera di scrittore, che la sua personale rielaborazione di questa stessa storia, grazie all’instancabile attività letteraria del drammaturgo. Di qui l’analisi di alcuni brani dei suoi libri in cui è possibile cogliere la sua grande passione per i luoghi in cui ha vissuto.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Il sentimento nostalgico di Eugène Ionesco.pdf

accesso solo dalla rete interna

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: PUBBLICO - Pubblico con Copyright
Dimensione 1.53 MB
Formato Adobe PDF
1.53 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11574/193342
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact