Lode a Tolomeo di Nichita Stănescu ovvero l’impossibile totalizzazione del Reale