DA CUPRA MARITTIMA A SAN BENEDETTO DEL TRONTO: ATTIVITÀ ARCHEOLOGICHE AL TEMPO DEL COVID-19