La fretta che l'onestade ad ogn'atto dismaga». Un'eco ciceroniana in Purg. III 10-11