Il falso mito delle concessioni lunghe