Esercizi di traduzione nella Napoli del Rinascimento. II. Alessandro d'Afrodisia, Altilio e Galateo