Sessualità e storia: i limiti di un approccio identitario