Su Hipp. Morb. III 16,7 e sull'uso del bombylion