Il riuso del mito classico nel "Paradiso" di Dante e l'inesprimibile esperienza della visione mistica