Teatro e Bibbia: la drammatizzazione della memoria collettiva