Esistono i fonemi nelle lingue dei segni? Riflessioni sulla struttura del segno e sull’identità delle sue componenti