Due esempi derivati dal fr. 6O di Eraclito nella 'Fisica' di Aristotele ?