Gli ingegneri napoletani, Luigi Giura e il Ponte sul Garigliano