A partire dalla lettura che, negli anni 70, Foucault ci offre del Chisciotte, come prima opera della modernità culturale, specchio della crisi epistemologica tra 500 e 600, opera in cui il linguaggio sembra rompere quel vincolo che lo collega saldamente alle cose per entrare in un ambito esclusivo di "sovranità solitaria" , la letteratura, si propone una lettura del personaggio di don Giovanni, visto nei suoi rapporti con un altro genere letterario. Se per Foucault il Chisciotte, carico delle parole della letteratura della cavalleria errante, esce per una Mancia che è campo semantico per cercare di ripristinare l'antico rapporto tra cose e parole in un momento in cui le parole della letteratura della cavalleria forse si erano svuotate di senso, il personaggio del don Giovanni di Tirso de Molina , a lui contemporaneo, non si potrebbe analogamente interpretare come colui che viaggia in un campo a sé consono, amatorio e femminile, carico delle parole del codice amoroso trobadorico nel vano tentativo di riempirle di un contenuto e, quindi, un senso?

Don Chisciotte e don Giovanni: la crisi dei codici letterari

GORLA, Paola Laura
2004

Abstract

A partire dalla lettura che, negli anni 70, Foucault ci offre del Chisciotte, come prima opera della modernità culturale, specchio della crisi epistemologica tra 500 e 600, opera in cui il linguaggio sembra rompere quel vincolo che lo collega saldamente alle cose per entrare in un ambito esclusivo di "sovranità solitaria" , la letteratura, si propone una lettura del personaggio di don Giovanni, visto nei suoi rapporti con un altro genere letterario. Se per Foucault il Chisciotte, carico delle parole della letteratura della cavalleria errante, esce per una Mancia che è campo semantico per cercare di ripristinare l'antico rapporto tra cose e parole in un momento in cui le parole della letteratura della cavalleria forse si erano svuotate di senso, il personaggio del don Giovanni di Tirso de Molina , a lui contemporaneo, non si potrebbe analogamente interpretare come colui che viaggia in un campo a sé consono, amatorio e femminile, carico delle parole del codice amoroso trobadorico nel vano tentativo di riempirle di un contenuto e, quindi, un senso?
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
PLGorla, 2004 Don Chisciotte e don Giovanni.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: PUBBLICO - Pubblico con Copyright
Dimensione 580.38 kB
Formato Adobe PDF
580.38 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11574/34238
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact