La fabbrica analogica. Note sui perfetti deboli di seconda classe nelle lingue romanze