"Donare non è perdere". I vantaggi della reciprocità a Roma tra Settecento e Ottocento