Il testo “cuneiforme” e la sua trasmissione. Aspetti di grafo-tattica