Mariano José de Larra e la traduzione