Il fondo sansimoniano nella biblioteca della Fondazione Basso