Il problema della conoscenza per l’islam è particolarmente importante in quanto profondamente radicato nella stessa Scrittura: il Corano. Coltivare la conoscenza si configura infatti come un dovere religioso ma è anche, forse soprattutto, un mezzo per ottenere la salvezza dell’anima: accrescendo la conoscenza si accresce la fede e accrescendo la fede si testimonia Dio. Ne consegue che tutte le scienze, avendo un fine soteriologico e favorendo la fede, rappresentano i gradini di una scala che porta a Dio. Tra i diversi curricula, quello prospettato dall’ismailismo, frangia minoritaria dell’islam di filiazione shi’ita, risulta particolarmente interessante. L’analisi di alcuni brani tratti da un testo risalente al periodo formativo dell’ismailismo (III-IV sec. h./IX-X sec. d.C.) dimostra come le diverse discipline, disposte secondo un ordine di nobiltà ascendente, vennero inserite all’interno di un sofisticato sistema che, assicurando corrispondenze simmetriche tra i diversi gradi della realtà in cui gli ismailiti avevano strutturato l’intero universo, garantiva la risalita verso il principio primo e, dunque, verso la salvezza.

Le scienze del "quadrivium": una lettura ismailita

STRAFACE, Antonella
2014

Abstract

Il problema della conoscenza per l’islam è particolarmente importante in quanto profondamente radicato nella stessa Scrittura: il Corano. Coltivare la conoscenza si configura infatti come un dovere religioso ma è anche, forse soprattutto, un mezzo per ottenere la salvezza dell’anima: accrescendo la conoscenza si accresce la fede e accrescendo la fede si testimonia Dio. Ne consegue che tutte le scienze, avendo un fine soteriologico e favorendo la fede, rappresentano i gradini di una scala che porta a Dio. Tra i diversi curricula, quello prospettato dall’ismailismo, frangia minoritaria dell’islam di filiazione shi’ita, risulta particolarmente interessante. L’analisi di alcuni brani tratti da un testo risalente al periodo formativo dell’ismailismo (III-IV sec. h./IX-X sec. d.C.) dimostra come le diverse discipline, disposte secondo un ordine di nobiltà ascendente, vennero inserite all’interno di un sofisticato sistema che, assicurando corrispondenze simmetriche tra i diversi gradi della realtà in cui gli ismailiti avevano strutturato l’intero universo, garantiva la risalita verso il principio primo e, dunque, verso la salvezza.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Le scienze del quadrivium.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: PUBBLICO - Pubblico con Copyright
Dimensione 756.67 kB
Formato Adobe PDF
756.67 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11574/36833
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact