Una retorica di immagini: il teatro di Bob Wilson