Sándor Márai e/a Napoli. Le radici di una creatività intertestuale