Il 'confine' nella storia russa tra XVIII e XIX secolo