Il lavoro propone una riflessione sulle problematiche che interferiscono nello sviluppo della competenza pragmatica in italiano L2. In particolare si affronta il disagio dei minori e delle seconde generazioni nell'inserimento scolastico e quello degli adulti nel mondo del lavoro, per concludere sottolineando il ruolo positivo dell'ibridazione delle culture e del contatto fruttuoso e rispettoso delle lingue che le veicolano.

La maestra diceva bambini c’è un bambino nero. L’italiano tra dominanza e comunicazione interculturale

DE MEO, Anna
2011-01-01

Abstract

Il lavoro propone una riflessione sulle problematiche che interferiscono nello sviluppo della competenza pragmatica in italiano L2. In particolare si affronta il disagio dei minori e delle seconde generazioni nell'inserimento scolastico e quello degli adulti nel mondo del lavoro, per concludere sottolineando il ruolo positivo dell'ibridazione delle culture e del contatto fruttuoso e rispettoso delle lingue che le veicolano.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
De Meo_2011_Le scuole popolari.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: DRM non definito
Dimensione 79.05 kB
Formato Adobe PDF
79.05 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11574/37623
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact