Un Mongolo nella Crocifissione trecentesca del Sacro Speco di Subiaco