Il ‘Charroi de Nîmes’ nel ms. fr. 1448: un caso di restituzione memoriale?