Memoria rerum e memoria verborum nel Fedro di Platone (228 d 1-4)