“Ella era uno nove, cioè uno miracolo” (VN XXIX): Dante e il numero di Beatrice