Il tema centrale del romanzo di Longo Sofista, Dafni e Cloe, appare essere ben più serio di quanto comunemente si creda. In realtà, la prima parte della vicenda dei due giovani innamorati, con la descrizione dei loro patimenti dovuti all'incapacità di soddisfare il naturale desiderio amoroso, costituisce un vero e proprio exemplum della particolarità della posizione dell'uomo nel sistema della natura. Questa riflessione, che sottolinea il distacco dell'uomo dagli altri animali e il prevalere della dimensione culturale su quella istintiva, appare debitrice di idee filosofiche elaborate nel corso di secoli e pertanto consente di considerare Dafni e Cloe come un antesignano della forma del romanzo filosofico che ebbe notevole sviluppo nell'età dei Lumi.

Il romanzo di Longo Sofista come prototipo del romanzo filosofico

PALMISCIANO, Riccardo
2007

Abstract

Il tema centrale del romanzo di Longo Sofista, Dafni e Cloe, appare essere ben più serio di quanto comunemente si creda. In realtà, la prima parte della vicenda dei due giovani innamorati, con la descrizione dei loro patimenti dovuti all'incapacità di soddisfare il naturale desiderio amoroso, costituisce un vero e proprio exemplum della particolarità della posizione dell'uomo nel sistema della natura. Questa riflessione, che sottolinea il distacco dell'uomo dagli altri animali e il prevalere della dimensione culturale su quella istintiva, appare debitrice di idee filosofiche elaborate nel corso di secoli e pertanto consente di considerare Dafni e Cloe come un antesignano della forma del romanzo filosofico che ebbe notevole sviluppo nell'età dei Lumi.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
docs_99_200709901004.pdf

non disponibili

Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 156.74 kB
Formato Adobe PDF
156.74 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11574/38995
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact