Il saggio approfondisce il tema della presenza di Sannazaro nell’opera di Leopardi, partendo dagli importanti contributi di Maria Corti, Stefano Agosti e Francesco Tateo. I testi di Sannazaro si rivelano per Leopardi, più che ‘fonti’ in senso tradizionale, modelli operativi che legano il momento della ‘lettura’ a quello della ‘creazione’ poetica, nell’elaborazione di una moderna pratica dell’imitazione dei classici, da opporre alle istanze contemporanee del romanticismo europeo. Né si tratta solo di modello formale. Leopardi ritrova in Sannazaro i temi dominanti della sua poesia e del suo orizzonte esistenziale, a iniziare dalla consonanza con lo spettacolo della natura e con la meditazione sulla vita umana e il suo destino.

Leopardi e Sannazaro

VECCE, Carlo
2010

Abstract

Il saggio approfondisce il tema della presenza di Sannazaro nell’opera di Leopardi, partendo dagli importanti contributi di Maria Corti, Stefano Agosti e Francesco Tateo. I testi di Sannazaro si rivelano per Leopardi, più che ‘fonti’ in senso tradizionale, modelli operativi che legano il momento della ‘lettura’ a quello della ‘creazione’ poetica, nell’elaborazione di una moderna pratica dell’imitazione dei classici, da opporre alle istanze contemporanee del romanticismo europeo. Né si tratta solo di modello formale. Leopardi ritrova in Sannazaro i temi dominanti della sua poesia e del suo orizzonte esistenziale, a iniziare dalla consonanza con lo spettacolo della natura e con la meditazione sulla vita umana e il suo destino.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
LEOPARDI E IL 500.pdf

non disponibili

Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 1.17 MB
Formato Adobe PDF
1.17 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11574/39951
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact