Heidegger considera il “dire”, il Sagen, come l’ “elemento comune” al poetare e al pensare, come l’ “elemento” della vicinanza o coappartenenza di pensiero e poesia, e aggiunge: <<però è “elemento” in modo ben diverso >> dall’acqua, dall’aria, <<lo è in modo che ci troviamo costretti ad abbandonare il discorso sull’elemento>> . La vicinanza è originaria. L’elemento appare qui inadeguato all’originario. Ma nel Cassirer postumo della Metafisica delle forme simboliche troviamo, per così dire, un nuovo concetto di “elemento”, che sopporta l’originarietà : i “fenomeni originari” o “fenomeni di base”, irriducibili e indeducibili, come gli “elementi” bachelardiani: un approdo postumo al di là dell’ “indicatore” scientifico. Ciò segnala in Bachelard l’esistenza di una poetica naturale degli elementi (come una simbolica naturale).La questione della basalità, della dominanza, può essere confrontata con altri contesti ontologici: in tal modo essa assume un’ ulteriore caratterizzazione logica e ontologica, da poetica logica degli elementi. Con la concezione di Wittgenstein: dove troviamo l’occorrenza e non la dominanza.In Wittgenstein la forma attiene all’evento, all’accadere e il Bild attiene all’accadere di secondo grado, all’accadere linguistico, raffigurativo, immaginativo, che a sua volta ritorna all’accadere primario. Anche in Bachelard la materia del Bild attiene all’accadere, ma è la base, la radice del Bild e il Bild è germinato dall’elemento materiale. Con la concezione di Cassirer: dove è al centro la forma della materia, la forma del Bild, del simbolo, e non la materia del Bild. L’elemento iletico è già-sempre in una forma simbolica e la materia del simbolo, del Bild, non attiene, nella radice, nell’origine, nella genealogia, alla filosofia delle forme simboliche, alla poetica simbolica, alla simbolica tout court, ma a sua volta può essere formalizzata nel “genere”.

Immagine (image/Bild) e materia

RAIO, Giulio
2008

Abstract

Heidegger considera il “dire”, il Sagen, come l’ “elemento comune” al poetare e al pensare, come l’ “elemento” della vicinanza o coappartenenza di pensiero e poesia, e aggiunge: <> dall’acqua, dall’aria, <> . La vicinanza è originaria. L’elemento appare qui inadeguato all’originario. Ma nel Cassirer postumo della Metafisica delle forme simboliche troviamo, per così dire, un nuovo concetto di “elemento”, che sopporta l’originarietà : i “fenomeni originari” o “fenomeni di base”, irriducibili e indeducibili, come gli “elementi” bachelardiani: un approdo postumo al di là dell’ “indicatore” scientifico. Ciò segnala in Bachelard l’esistenza di una poetica naturale degli elementi (come una simbolica naturale).La questione della basalità, della dominanza, può essere confrontata con altri contesti ontologici: in tal modo essa assume un’ ulteriore caratterizzazione logica e ontologica, da poetica logica degli elementi. Con la concezione di Wittgenstein: dove troviamo l’occorrenza e non la dominanza.In Wittgenstein la forma attiene all’evento, all’accadere e il Bild attiene all’accadere di secondo grado, all’accadere linguistico, raffigurativo, immaginativo, che a sua volta ritorna all’accadere primario. Anche in Bachelard la materia del Bild attiene all’accadere, ma è la base, la radice del Bild e il Bild è germinato dall’elemento materiale. Con la concezione di Cassirer: dove è al centro la forma della materia, la forma del Bild, del simbolo, e non la materia del Bild. L’elemento iletico è già-sempre in una forma simbolica e la materia del simbolo, del Bild, non attiene, nella radice, nell’origine, nella genealogia, alla filosofia delle forme simboliche, alla poetica simbolica, alla simbolica tout court, ma a sua volta può essere formalizzata nel “genere”.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11574/39976
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact