The Inheritance of Loss (2006) di Kiran Desai, scrittrice alter-nativa, é un esempio di trans(l)azione postcoloniale che nell’evocare la malinconia della perdita traduce i collegamenti invisibili che legano due mondi (e culture): India e Stati Uniti. La trans(l)azione di Desai-figlia rompe il tipico rapporto tra confini-limiti-appartenenze spazio-temporali presentando l’emergere irrompente di voci solitamente escluse dalla storia ufficiale. Il romanzo narra/rappresenta/traduce le diverse identità attraverso tecniche di appropriazione ed abrogazione, atti identitari e resistenza linguistico-culturale con il fine ultimo di ri-allocare, ri-localizzare, ri-radicare la lingua che ospita – l’inglese – che diventa al contempo lingua di partenza e lingua d’arrivo. Questo studio analizza, in particolare, le strategie linguistiche adoperate nella traduzione del romanzo in italiano che costituiscono “un ponte di passaggio su cui trasportare non più di quanto l'armatura ci permetta”.

“Ponti di passaggio tra Eredità della perdita e Eredi della sconfitta: Kiran Desai in trans(l)azione”

BALIRANO, Giuseppe
2010

Abstract

The Inheritance of Loss (2006) di Kiran Desai, scrittrice alter-nativa, é un esempio di trans(l)azione postcoloniale che nell’evocare la malinconia della perdita traduce i collegamenti invisibili che legano due mondi (e culture): India e Stati Uniti. La trans(l)azione di Desai-figlia rompe il tipico rapporto tra confini-limiti-appartenenze spazio-temporali presentando l’emergere irrompente di voci solitamente escluse dalla storia ufficiale. Il romanzo narra/rappresenta/traduce le diverse identità attraverso tecniche di appropriazione ed abrogazione, atti identitari e resistenza linguistico-culturale con il fine ultimo di ri-allocare, ri-localizzare, ri-radicare la lingua che ospita – l’inglese – che diventa al contempo lingua di partenza e lingua d’arrivo. Questo studio analizza, in particolare, le strategie linguistiche adoperate nella traduzione del romanzo in italiano che costituiscono “un ponte di passaggio su cui trasportare non più di quanto l'armatura ci permetta”.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11574/40192
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact