Il lascito diretto della poesia epica spagnola si riduce a due testi quasi completi, il Cantar de Mio Cid e le Mocedades de Rodrigo, a un frammento, il Roncesvalles, e a una redazione in cuaderna vía del poema di Fernán González; per il resto le leggende eroiche sono state assorbite nella prosa delle cronache. Dati interni e/o referti codicolocici indicano che la preservazione dei testi superstiti è stata assicurata, talora previa, profonda risemantizzazione, da centri monastici o diocesiani. Nel presente intervento, con incursioni nella tradizione della prosificazioni, si propone una mise au jour della questione.

L'epica spagnola medievale: aspetti della tradizione

LUONGO, Salvatore
2004

Abstract

Il lascito diretto della poesia epica spagnola si riduce a due testi quasi completi, il Cantar de Mio Cid e le Mocedades de Rodrigo, a un frammento, il Roncesvalles, e a una redazione in cuaderna vía del poema di Fernán González; per il resto le leggende eroiche sono state assorbite nella prosa delle cronache. Dati interni e/o referti codicolocici indicano che la preservazione dei testi superstiti è stata assicurata, talora previa, profonda risemantizzazione, da centri monastici o diocesiani. Nel presente intervento, con incursioni nella tradizione della prosificazioni, si propone una mise au jour della questione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11574/40271
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact