Una pagina di storia eritrea: kabasa tra linguistica e filologia